Cecita Morale Featured

MORAL BLINDNESS – 2015

Video Box Installation

 

Attraverso un gioco di metafore, che prende i fenomeni della cecità e ipovedenza a riferimento, vogliamo esprimere la cecità che rappresenta il nostro secolo che si annida nell’indifferenza, nell’individualismo, nell’incapacità dell’uomo di definire l’epoca in cui vive e il suo rifiuto di comprendere i fenomeni che la costruiscono, come se sia affetto da “cecità psichica”, l’incapacità di un malato di riconoscere gli oggetti che cadono nel suo campo visivo e la successiva incapacità di darne una descrizione analitica.

La cecità morale è l’incapacità di vedere l’universale e a differenza dell’ipovedenza si trasforma in una malattia mortale, un’apatia intellettuale: a furia di guardare troppo a sé l’uomo è divenuto cieco, lavorando per deduzione e non più per induzione, sperimenta ma non vive l’esperienza, facendo tacere la ricchezza di emozioni spontanee asciugate dalle bende che porta sugli occhi: il suo campo visivo è stato ridotto, pronto per la fuga da qualsiasi cosa possa minare la sua singolarità e ancora pieno di ardore è incapace di alzare la voce, come se questa non fosse un diritto.

Alessio Ceruti & Olivia Terragni